Creare le migliori condizioni per garantire la competitività ed il rilancio delle piccole e micro imprese, il cui ruolo è fondamentale per lo sviluppo dell’occupazione e per la crescita economica:  questo l’impegno assunto dal Ministero dello Sviluppo economico, che ha deciso l’istituzione di un tavolo , dando così seguito al progetto di uno “Small Business Act” per l’Europa della Commissione europea. Con lo Small Business Act la Commissione tende a realizzare una corsia preferenziale per le Pmi, ponendo al primo posto della politica comunitaria gli interventi necessari alla loro valorizzazione: infatti, le PMI sono al centro dei principali programmi di aiuto dell’UE per il periodo 2007-2013 e  la Commissione è fortemente impegnata ad eliminare le lungaggini burocratiche che le intralciano.  

Il nome simbolico di “Act” dato all’iniziativa sottolinea la volontà di riconoscere il ruolo centrale delle PMI nell’economia europea e di attivare un quadro politico articolato, a livello UE e di singolo Stato membro, grazie ad una serie di nuove proposte legislative ispirate al principio “Pensare anzitutto in piccolo”.

Per tradurre in pratica questi principi, la Commissione organizzerà nel 2009 una “Settimana europea delle PMI”, un’occasione per molti eventi promozionali in tutta Europa: il ministero dello Sviluppo economico ha già indicato i due coordinatori responsabili per l’Italia (uno per l’Amministrazione responsabile ed uno per le organizzazioni imprenditoriali) a cui dovranno rivolgersi gli operatori  interessati per le procedure operative. (ministero dello Sviluppo economico)