Fon.Ar.Com. Fondo (paritetico interprofessionale) per la formazione continua esprime un profondo cordoglio per l’ennesima tragedia sul lavoro. È nostro impegno, afferma Andrea Cafà Presidente di C.I.F.A. e del Fondo, promuovere e stimolare le imprese ad una effettiva consapevolezza del rischio che, aldilà del rispetto delle norme e dei regolamenti, deve far maturare una vera cultura della sicurezza. Il Fondo, che per sua natura finanzia attività di formazione, ancor più oggi dopo i fatti di Mineo a Catania, sottolinea Marco Paolo Nigi Segretario Generale della Confsal e Vice Presidente del Fon.Ar.Com. si impegna a sostenere e diffondere una formazione fortemente vincolata sia agli aspetti comportamentali che soprattutto a quel diritto alla vita che non può non essere elemento di confronto tra datori di lavoro e lavoratori. Ci aspettiamo dalle aziende, continua Nigi, ed in particolar modo dalle piccole e medie, l’espressione di una volontà nel riconoscere alla formazione quel ruolo di accompagnamento e di supporto al proprio ciclo produttivo nel quale la sicurezza è fattore imprescindibile. Il Fondo è fortemente deciso, conclude Cafà, nel chiedere alle aziende di porre una straordinaria attenzione alla formazione perché rappresenta un concreto strumento di prevenzione del rischio. Dal canto nostro e grazie alla fiducia che più di 20.000 aziende hanno dimostrato alla nostra organizzazione, daremo uno spazio tangibile con i prossimi finanziamenti di confronto e di assistenza tecnica a favore di quanti vorranno fare della sicurezza sul lavoro una prassi di vita a favore della vita.